- Codice di condotta dei fornitori -

(FORNITORI DI BENI, FORNITORI INDIRETTI, FORNITORI DI SERVIZI)

VERSIONE FINALE 28.11.2018

phe

Premessa

Parts Holding Europe richiede ai propri fornitori:

– di operare nel pieno rispetto di tutte le leggi e di tutti i regolamenti nazionali, europei e internazionali relativi a comportamenti etici e responsabili, comprese le norme in materia di diritti umani, protezione dell’ambiente, sviluppo sostenibile, corruzione e tutela dei minori;

– di rispettare e applicare gli standard e gli impegni etici del Gruppo e migliorarne costantemente le prestazioni in questi settori.

I fornitori sono tenuti a migliorare costantemente le loro prestazioni in termini di sostenibilità mediante l’attuazione di misure adeguate.

Per tutta la durata del rapporto, Parts Holding Europe supporta i propri fornitori per la efficace attuazione del presente codice di condotta.

Il nostro impegno verso fornitori e subappaltatori

Parts Holding Europe si propone di stabilire relazioni a lungo termine con i propri fornitori, con l’obiettivo di creare partnership e di dimostrare una gestione responsabile della catena di fornitura.

Condotta aziendale

Nell’adempimento del proprio obbligo di diligenza e delle proprie responsabilità nel settore acquisti, i dipendenti sono tenuti a informare i fornitori dell’impegno del Gruppo per le questioni ambientali e sociali. Il Codice etico del Gruppo disciplina gli atteggiamenti da adottare nelle attività di approvvigionamento per quanto riguarda l’integrità, i conflitti di interesse, la corruzione, le norme e i regolamenti in materia di concorrenza e ambiente.

Gestione dei rapporti con i fornitori

Parts Holding Europe ha messo in atto metodologie per la gestione delle categorie di acquisto e quella dei rapporti con i fornitori.

Cosa ci aspettiamo dai fornitori

Parts Holding Europe si impegna a rispettare i più elevati standard sociali, ambientali, di salute e sicurezza e si aspetta che i suoi fornitori facciano altrettanto. Essi sono pertanto tenuti a rispettate le leggi e i regolamenti locali e nazionali. Il Gruppo richiede inoltre ai propri fornitori il rispetto degli standard di seguito indicati.

Salute e sicurezza

I fornitori garantiranno ai propri dipendenti e ai propri subappaltatori o fornitori condizioni di lavoro sane e sicure. Gli stessi sono tenuti a rispettare le leggi e i regolamenti locali e nazionali in materia di salute e sicurezza sul lavoro ed essere in possesso delle autorizzazioni, delle concessioni e dei permessi delle autorità locali e nazionali necessari. I fornitori sono tenuti ad adottare politiche e/o procedure documentate in materia di salute e sicurezza, nonché a dotarsi di strutture e attrezzature di sicurezza adeguate.

Lavoro forzato

I fornitori non ricorreranno al lavoro forzato, alla schiavitù, alla servitù o alla tratta di esseri umani e non avranno il diritto di conservare documenti d’identità o permessi di lavoro, di richiedere ai lavoratori depositi cauzionali o di ricorrere a qualsiasi altra forma di vincolo.
Ogni lavoratore/individuo sarà libero di accettare o abbandonare il lavoro. I fornitori non obbligheranno le persone a lavorare per rimborsare eventuali debiti nei loro confronti o nei confronti di terzi.

Lavori che compromettono la salute, la sicurezza o la morale – Lavoro minorile

Nessuno sarà messo nella condizione di dover eseguire lavori che possano comprometterne la salute, la sicurezza o la morale. È severamente vietato il lavoro di minori di 16 anni. Nei paesi in cui la legislazione locale prevede un’età lavorativa più elevata, o estende la scuola dell’obbligo dopo i 16 anni, si applica l’età più elevata.

Non discriminazione

I fornitori non discrimineranno i lavoratori, per quanto riguarda assunzione, salario, accesso alla formazione, promozione, tutela della maternità o licenziamento, sulla base di età, disabilità, etnia, genere, stato civile, nazionalità, appartenenza politica, razza, religione, orientamento sessuale, appartenenza sindacale o qualsiasi altro status.

Retribuzione e benefit

I fornitori pagheranno come minimo salari regolari e mensili, corrisponderanno il compenso per il lavoro straordinario alla tariffa prevista dalla legge e offriranno eventuali benefit sociali previsti dalla legge e/o dal contratto.

Nel caso in cui in un paese la legge non preveda alcun salario minimo o tariffa per gli straordinari, i fornitori garantiranno che i salari siano almeno pari al minimo medio del settore in questione e che la retribuzione per gli straordinari sia almeno pari al salario orario abituale.
Non si ricorrerà a deduzioni salariali quale misura disciplinare. I fornitori garantiranno a tutti i lavoratori i benefit previsti da eventuali contratti collettivi, accordi aziendali o da qualsiasi altro accordo collettivo o individuale applicabile.

Libertà di associazione e contrattazione collettiva – Antiritorsione

I fornitori rispetteranno il diritto legittimo dei lavoratori di associarsi tra loro e formare o aderire a organizzazioni a loro scelta. I rappresentanti del personale non subiranno alcuna discriminazione né interruzione del contratto di lavoro per aver esercitato i propri diritti in qualità di dipendenti, aver presentato reclami, partecipato ad attività sindacali o segnalato attività potenzialmente illegali.

Salvaguardia dell’ambiente

I fornitori rispetteranno e osserveranno tutte le leggi e i regolamenti ambientali.
Gli stessi terranno conto delle questioni legate all’ambiente nello svolgimento delle proprie attività, promuoveranno la responsabilizzazione ambientale, svilupperanno tecnologie rispettose dell’ambiente. Infine, ridurranno al minimo il proprio impatto ambientale negativo e attueranno misure a favore della protezione ambientale.

Corruzione e concussione

I fornitori rispetteranno tutte le leggi e i regolamenti applicabili in materia di anticorruzione. Adotteranno una politica di tolleranza zero verso ogni forma di corruzione, estorsione e appropriazione indebita. In particolare: non pagheranno tangenti o altri incentivi relativi a transazioni commerciali con clienti e funzionari pubblici. Tutte le transazioni verranno condotte in maniera trasparente e accuratamente registrare nei libri contabili aziendali.

Verifiche e valutazioni

Su richiesta, i fornitori metteranno a disposizione di Parts Holding Europe tutti gli elementi necessari a dimostrare tale conformità e informeranno immediatamente la stessa qualora vengano a conoscenza di una violazione dei principi sopra descritti. Ci riserviamo il diritto di verificare il rispetto di questi principi e di condurre controlli di conformità con i nostri fornitori.
I fornitori forniranno ai rappresentanti che cercano di assicurare il rispetto dei requisiti del presente Codice tutte le informazioni necessarie e la possibilità di accesso. Gli stessi si impegneranno a migliorare e correggere eventuali carenze riscontrate. Eventuali difetti di conformità devono essere immediatamente comunicati a Parts Holding Europe, seguiti da un piano d’azione attuato nell’ambito della pianificazione richiesta.